Trucchi e consigli

1 – Conservazione:
Le bibite naturali si devono conservare sempre nel frigorifero

2 – Scadenza:
Si mantengono da 3 a 7 giorni nel frigorifero.

3 – Possiamo scaldare una bibita naturale presa dal frigorifero?
Sì, ma una volta calda, la dobbiamo bere e non rimetterla dentro.

4- Trucchi per dolcificare:
nelle case dove abitano persone alle quali piace il dolce e persone alle quali non piace, conservate la vostra bibita senza zucchero e quando le persone che vogliono berla dolce se la servono, aggiungono ciò che preferiscono per dolcificare nel proprio bicchiere in maniera individuale, come facciamo col caffè. Se a tutti la bibita piace dolce, si può aggiungere un dolcificante dentro al bicchiere-filtro prima di frullare tutto. Potete anche dolcificare la bibita usando frutta matura e mettendola nel bicchiere-filtro.

5 – Temperatura dell’acqua nell’elaborazione:
Attenzione, perché ci sono delle materie prime come, ad esempio, i cereali, che richiedono acqua calda per la loro corretta elaborazione, ma altre, come le mandorle di terra o la frutta secca, che si devono preparare con acqua fredda.

6 – Alcuni robot da cucina, macinini di cereali e macina caffè
macinano semi di qualunque durezza, quindi le persone che ce l’hanno a casa devono sapere che questi apparecchi, utilizzati con Chufamix, rappresentano un’associazione tecnica perfetta: il chicco può essere macinato secco (non bagnato né aggiungendo acqua) in pochi secondi e subito introdotto nel bicchiere-filtro di Chufamix (si evita così di lasciare a bagno i chicci per 24 ore).

7 – Come faccio a sapere se la mia bibita è pronta
Mentre usi il tuo frullatore manuale, guarda come si omogenizza la bibita finchè vedi una schiuma nella parte superiore, ascolta come le lame del frullatore non sembrano più macinare la materia prima che hai messo e senti l’aroma speciale che ogni bibita vegetale naturale emana quando è pronta. Con la vista, l’udito e l’olfatto saprai quando la bibita è pronta senza bisogno di usare l’orologio.

8 – Stratificazione:
Alcune bibite possono stratificarsi, altre invece lasciano posa. Questi sono processi fisici naturali che accadono in prodotti non industriali e l’unica cosa che dobbiamo fare è assicurarci che il coperchio sia fissato e sbattere fino ad omogeneizzare il prodotto prima di bere.

9 – Voglio elaborare soltanto mezzo litro di bibita:
Molto semplice, metti la metà delle quantità indicate in questo ricettario. Attenzione: Chufamix non è stato progettato per produrre meno di mezzo litro (non spreme né filtra correttamente) né un litro e mezzo in una sola volta (la bibita verrà annacquata).

10 – Come ottenere 1,5 litri invece di 1 litro con la stessa quantità di materia prima:
Specie con le mandorle di terra e con la frutta secca, puoi ottenere mezzo litro in più, estraendo dal recipiente il litro che hai prodotto, introducendo altro mezzo litro d’acqua e frullando di nuovo la stessa polpa che hai già usato. Otterrai mezzo litro in più, ma meno denso del primo, dunque la cosa migliore è mischiare il mezzo litro con il litro di prima nello stesso recipiente e lasciarlo nel frigorifero a riposare. Il giorno dopo l’orzata avrà il sapore perfetto.

11 – L’acqua.
La qualità dell’acqua è fondamentale in una bibita vegetale quindi se l’acqua dal rubinetto, nella tua zona, è buona usala. Se è calcarea, clorata o fluorata o ha un sapore cattivo, usa un filtro per purificare o usa acqua minerale. E se hai la fortuna d’avere una sorgente o acqua pura di montagna, senza dubbio riempi un contenitore e usa sempre quell’acqua per le bibite vegetali.

12 – Macerare!
Se vuoi provare la migliore esperienza e hai tempo, usa questo trucco. Dopo avere frullato gli ingredienti nel Chufamix, lasciali macerare da 10 a 30 minuti prima di usare il mortaio per spremere le ultime gocce.

13 – Evitare acqua bollente:
Evita di introdurre nel Chufamix acqua a più di 85º o 90º.

14 – Caffè o infusi e latte:
Se vuoi un sapore delizioso e diverso nel tuo caffè, e allo stesso tempo rafforzare la salubrità, aggiungi al tuo caffè un qualsiasi “latte” vegetale spiegato qui: ti sorprenderà piacevolmente.

15 – Materie prime ecologiche e prezzi invincibili:
Un pacchetto di 500 grammi di fiocchi d’avena bio può costare al massimo 3 euro (anno 2013, in Spagna) e puoi elaborare 10 litri di “latte” d’avena, così un litro ti costerà 30 centesimi se usi acqua del rubinetto e non aggiungi niente per dolcificare. Possiamo bere bibite naturali biologiche in maniera molto più economica e sana. E lo sforzo vale la pena perché se usi prodotti ecologici e locali stai aiutando la natura, i piccoli produttori e, ovviamente, la tua salute.

16 – Qual è il migliore “latte” vegetale?
L’equilibrio per una mente sana ed un corpo sano si basa sulla varietà. Perciò il nostro consiglio è alternare i tipi di “latte” vegetale che bevi, in questa maniera alimenterai il tuo corpo con la piu ampia varietà di principi attivi naturali, equilibrandolo e rafforzandolo.

17 – Misure esatte?
Le ricette spiegate in questo manuale ChufaMix® sono soltanto consigli approssimativi. Le combinazioni di materie prime, quantità, contenuti nutritivi e sapori sono infinite e dipendono della nostra immaginazione, conoscenze e gusti. Ogni persona è una realtà diversa e i nostri bisogni alimentari cambiano in base a età, attività, sesso, zona geografica in cui abitiamo e equilibrio e squilibrio con i quali abbiamo vissuto e viviamo.